Possibile? Sì: scegliendo una fragranza capace di contrastare le debolezze, infondere coraggio, portare alla luce la parte inespressa della propria personalità. Ecco su quali note olfattive puntare.

Quella del profumo è spesso una scelta inconscia, dettata da un legame silenzioso, ma profondo, tra essenze naturali e personalità.  Ciò che scegliamo parla di noi, è il nostro biglietto da visita e non soltanto sul fronte “estetico”, ma anche sotto il profilo caratteriale.
Posto, allora, che la scelta di una precisa fragranza sia dettata da un’affinità speciale con la personalità di chi la indossa, si può scegliere di portare un profumo specifico anche per “modificare” un tratto della propria indole? A detta di Jaques Kazadi, sociologo ed esperto di olfattologia (materia che usa l’energia degli oli essenziali per superare i blocchi psicologici), la risposta è sì. «Gli oli essenziali naturali contenuti nei profumi sono portatori di informazioni che hanno anche un effetto terapeutico. Sono ingredienti che raccontano qualcosa, aiutano a prendere coscienza dei propri blocchi e a superarli».

All’Istituto di Psicosomatica Integrata di Milano, Kazadi tiene laboratori esperienziali che indagano gli effetti del profumo sulla mente e il loro legame con la personalità. L’intento è quello di favorire la presa di coscienza di sé attraverso l’uso di strumenti naturali. Aiutare a vincere la timidezza, e la conseguente paura del giudizio altrui o di parlare in pubblico, avvalendosi di fragranze “terapeutiche” e di un percorso olfattivo specifico, è proprio uno dei suoi obiettivi.
«In situazioni specifiche, le persone timide mostrano insicurezza, nervosismo, ansia, palpitazioni. Ci sono oli essenziali puri, indicati proprio per contrastare queste emozioni, che aiutano a ristabilire l’equilibrio, stimolando la forza e la lucidità», spiega Kazadi. Uno di questi oli essenziali puri “anti timidezza” è quello estratto dal fiore di Ylang Ylang.

«L’olio essenziale puro di Ylang Ylang è in grado di agire sulla tranquillità e di dar forza al sistema nervoso quando ci si ritrova in preda all’ansia. Non solo: aiuta a rallentare la respirazione e a controllare il ritmo cardiaco in caso di palpitazioni, contribuendo anche ad abbassare la pressione arteriosa».
Nei casi in cui la timidezza sembra prendere il sopravvento sulle azioni e l’emotività, l’uso di un profumo nella cui formula domini l’olio essenziale di Ylang Ylang può pertanto rivelarsi un alleato prezioso.